Atti Impuri 8 - Un sogno svolto silenziosamente
Sparajurij
ajRikzMiqGcgOOp9
Italian 04/07/2016
Editor: Miraggi Edizioni  
Tags: Rivista
24 reads 1 Embed
Abstract
Proprio in questi giorni – ce ne accorgiamo fra leggerezza e sgomento, vittime di certe nostre connaturate, forse patologiche, idiosincrasie col Tempo – cade il quarto anniversario dalla nascita di Atti impuri. Quattro anni e otto numeri: non sono cifre da capogiro, eppure a noi la testa gira lo stesso. Sarà perché in questi diversamente rapidi quarantotto mesi abbiamo assistito al continuo mutare di orizzonti fuori e dentro di noi, sarà perché la quantità di voci, volti e scritture mirabili incontrate lungo il cammino ci fa sentire molto più in forma rispetto a chi non ha avuto accesso a fortune del genere. Oppure la ragione di tanto sbalordimento va cercata ancora altrove, magari nella stessa convinzione che ci ha portati a resistere fin qui, l’idea cioè di dover sovrastare con tutte le forze quella malsana e diffusa diceria secondo cui le battaglie perse in partenza non dovrebbero mai essere combattute. Ma se – come sostiene Tommaso Ottonieri in un passo della lunga intervista che ci ha regalato per questo numero – uno dei compiti della letteratura è quello di opporsi alla rapidità liquefacente della comunicazione in cui tutto sembra dissiparsi, se il senso dello scrivere sta, oggi più che mai, nell’attivare velocità discordi in attrito col mondo, allora la strada ci sembra ancora quella giusta, perché i ritmi e gli immaginari dissonanti che abbiamo voluto sempre ospitare nel nostro minuscolo luogo paiono proprio procedere in questa direzione, obliquamente impura; una traiettoria, va da sé, per niente estranea ai testi presentati nelle pagine che state per sfogliare. Ibride, stralunate e guerriere, le voci dei loro autori non potrebbero essere più diverse fra loro: Piergianni Curti (già presente nel primo numero con lo splendido racconto Il cane quotidiano) che propone passi di impronta solo illusoriamente realista estratti da un romanzo in fieri; Alberto Capitta, scrittore di grande raffinatezza che affonda ancora una volta lo sguardo in una Sardegna sospesa nel vuoto; Gilda Policastro, pronta come sempre ad osservare il mondo da uno spioncino tanto sincero quanto spietato; e poi due sacre eminenze come Sasha Sokolov e Francis Ponge, la cui presenza nelle nostre minime stanze ci riempie, naturalmente, di sconfinato orgoglio. Per chiudere in bellezza, infine, non poteva mancare altra bellezza: quella del ritmo, delle sillabe, dell’universo in versi che Andrea Inglese edifica da anni con intrepida maestria. A ciascuno di loro, e alla parte meno conservatrice di tutti voi, come sempre, sentiti grazie. Un appuntamento da non perdere per chi ama la letteratura contemporanea europea e desidera scoprire nuove voci, nuove storie, un presente di talento. Redazione
Elisa Alicudi, Alessio Di Girolamo, Sergio Garau, Silvia Nugara, Claudio Panella, Marco Racca, Francesco Ruggiero, Ade Zeno
Miraggi Edizioni – Torino
ABBONAMENTO ANNUALE
ordinario: 40 euro
sostenitore: 60 euro (con versione e-book omaggio)
Per le spedizioni all’estero le spese postali sono a carico del destinatario.
È possibile abbonarsi tramite bonifico presso Banca Sella Codice Iban IT87O0326801002053403293440 oppure direttamente online.
Per informazioni più dettagliate visita: www.attimpuri.it
www.miraggiedizioni.it
Prima edizione: Maggio 2013
Progetto grafico: Daniela Fersini
L’immagine di copertina è una rielaborazione grafica di Senza titolo (incisione su gesso, inchiostri e acrilici, 10x10 cm, 2010) di Gianfranco Peiretti.
L’originale dell’opera su: peiretti.altervista.org
ISBN:9788896910498
Login to read
click here
Reading options

A A A A A
fullscreen
  Search Phrase  
Reviews
M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M
Load more
Index
M M M M M M M M
EDITORIALE
sparajurij
PUGILI
Piergianni CURTI
Poeta, scrittore, drammaturgo, regista, attore, matematico, ha diretto compagnie teatrali e teatri. Ha pubblicato un libro di poesie, Qzearas, per le mitiche edizioni Pitecantropus. Ha vinto nel 2003 il Gran Giallo di Cattolica con il racconto Pink Moon (Mondadori). Suoi racconti sono usciti su Atti impuri 1 (Il cane quotidiano), tradotto in russo per la casa editrice moscovita “Centr knigi Rudomino” e su Granta (L'âme des poètes).
LA CITTÁ DI CARTA
Alberto CAPITTA
Alberto Capitta è nato a Sassari dove vive e lavora. Autore di quattro romanzi per Il Maestrale: Creaturine (2004, finalista Premio Strega e vincitore del premio Lo Straniero nel 2006); Il cielo nevica (2007, già Guaraldi 1999); Il giardino non esiste (2008) e Alberi erranti e naufraghi (2013, vincitore Premio Brancati).
TRITTICO di Sasha Sokolov
a cura di Elisa ALICUDI
da TRITTICO
Sasha SOKOLOV
Sasha Sokolov nasce nel 1943. Trasferito a Mosca dal 1946, in gioventù partecipa al gruppo letterario dissidente SMOG. Nel 1976, un anno dopo l’emigrazione, esordisce con il romanzo La scuola degli sciocchi, apprezzato da scrittori quali Vladimir Nabokov e Nina Berberova. Escono successivamente, tra gli altri, i libri Tra cane e lupo (1980), Palissandreide (1985) e Trittico (2012). In italiano La scuola degli sciocchi è pubblicata da Salani editori (trad. M. Crepax) nel 2007.
da NIOQUE DE L’AVANT-PRINTEMPS Cognizione del periodo che precede la primavera (1983)
Francis PONGE
Francis Ponge è nato a Montpellier nel 1899. Alla sua prima raccolta di versi e prose Dodici piccoli scritti (1926), seguono Il partito preso delle cose (1942, tradotto in Italia da J. Risset per Einaudi), forse la sua opera più nota, e Cristalli naturali (1950). Tra le sue ultime opere Pratiche di scrittura o l’incompiuto (1984).
CONVERSAZIONE con TOMMASO OTTONIERI
a cura di SPARAJURIJ
Tommaso Ottonieri è nato nel 1958. Ha pubblicato libri in prosa e in versi, come Dalle memorie di un piccolo ipertrofico (Feltrinelli, 1980; No Reply, 2008), Coniugativo (Corpo 10, 1984), Crema acida (Lupetti e Manni, 1997), L’Album Crèmisi (Empirìa, 2000), Elegia Sanremese (Bompiani, 1998), Contatto (Cronopio, 2002), Coro da l’Acqua per voce sola (d’If, 2003), Le strade che portano al Fùcino (Le Lettere, 2007) e il saggio La plastica della lingua (Bollati Boringhieri, 2000). Su Atti Impuri vol. 1 (2010) si può leggere A cosa stai pensando (che cosa stai vedendo).
APORIE
Gilda POLICASTRO
Gilda Policastro, italianista, critica letteraria e redattrice della rivista Allegoria, ha collaborato coi supplementi culturali del Manifesto e del Corriere della Sera e con i blog Le parole e le cose e Doppiozero. Ha pubblicato i romanzi Il farmaco e Sotto (Fandango Libri, 2010 e 2013), i libri di poesia La famiglia felice (d’if, 2009), Antiprodigi e passi falsi (Transeuropa, 2011), Non come vita (Aragno, 2013), i saggi In luoghi ulteriori. Catabasi e parodia da Leopardi al Novecento (Giardini, 2005), Sanguineti (Palumbo, 2009), Polemiche letterarie. Dai “Novissimi” ai Lit-blog (2012).
ALTRO DI UN ALTRO
a cura di Francesco RUGGIERO
Rolando Alberti
l’estremamente magico
THE END


Bookmark options

  Add bookmark at this word