Logiche della performance. Dalla singolarità francescana alla nuova mimesi
Antonio Attisani
frV4jygFSj07x-hC
Italian 29/06/2016
8 reads 0 Embed
Abstract
Una rilettura del “fare francescano” nella sua dimensione originariamente teatrale, liberato dal canone agiografico, restituendo il senso della sua “santità” a una pratica di poesia organica e di disciplina performativa; e insieme l’evocazione e la descrizione di aperture attuative che, dall’interno della più alta tradizione teatrale novecentesca, segnano la via di una eredità possibile, gravitando attorno a una interpretazione tutta particolare del francescano “matrimonio con madonna Povertà”. Con un testo sul “Performer’ di Jerzy Grotowski e note di Florinda Cambria e Carlo Sini.
Login to read
click here
Reading options

A A A A A
fullscreen
  Search Phrase  
Reviews
M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M
Load more


Bookmark options

  Add bookmark at this word