Primo discorso su Venezia
Matteo Scandolin
9Z70N8CfLwrLyLd7
Italian 2010
Editor: Intermezzi Editore  
0 reads 0 Embed
Abstract
Francesca appoggia la testa al vetro e guarda tutto quello che scorre accanto ai binari. Strappa brani di vita a ignari contadini che ritornano a casa. Osserva le auto lungo la strada. Mano a mano che il treno si avvicina a Venezia – o dalla laguna si allontana – ecco i centri commerciali, le fabbriche, ecco un mare per sentito dire. Il mare finto di Venezia. È tutto qui è un libro di storie. Storie di ragazze e di ragazzi, di città del nord, di viaggi, incontri, treni, appartamenti, bar. Donne e uomini che invecchiano, ricordano, si ubriacano, tradiscono, litigano, si innamorano. Si raccontano, mentre fuori sta per piovere, mentre l'acqua sale, mentre stanno cercando un lavoro o aspettano l'inizio del secondo tempo, in quegli intervalli di vita fatti di parole scelte e ordinate. Sono racconti ambientati prevalentemente a Venezia, con protagonisti giovani o adolescenti, alle prese con la realtà nelle sue forme più semplici e comuni: l'amore, la vita di coppia, l'amicizia, i sogni, lo studio, il lavoro, il precariato, gli incontri di poco più di una sera. Con poche parole, con uno stile pulito e essenziale, Scandolin racconta la società contemporanea da un punto di vista intimo e fragile, disegnando scene e dialoghi mai banali eppure quotidiani, scendendo fin nel profondo dell'animo dei suoi protagonisti, riportandone alla luce paure e desideri, giocando con la memoria, con il non detto, anche con le loro meschinità, trascrive delle pagine inedite di vita nel Nord-Est italiano.
Login to read
click here
Reading options

A A A A A
fullscreen
  Search Phrase  
Reviews
M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M
Load more
Index
M M M M M M M M
THE END


Bookmark options

  Add bookmark at this word