Il sapore dell'uvetta
Viviana Bertoldo
JLTJM_wRztuqp_O7
Italian 22/11/2016
Editor: Nulla Die  
Tags:
2 reads 0 Embed
Abstract
Le persone prive d’un briciolo di consapevolezza dolorosa dicono che con il tempo ogni strappo è destinato ad aggiustarsi. Ma, ammesso che si possa rimarginare la memoria di una ferita, i lembi dell’anima non andranno più a coincidere perfettamente come prima. Mai più. Carla, dopo la separazione dal marito, si è chiusa in se stessa, ha innalzato un muro di vetro tra sé e la vita. Il suo ultimo incontro con lui, colpito da un male incurabile, è marchiato dalla frustrazione e da una promessa strappata al rancore… Il sapore dell’uvetta racconta le ferite che ognuno porta sempre con sé, fossili segregati dentro a prigioni di pietra. Ma è anche la storia di un viaggio dell’anima alla ricerca dell’altro, di un’esistenza condivisa della quale l’amore non è che la chiave di lettura capace di abbattere ogni difesa, di sgretolare i macigni dell’orgoglio e dell’indifferenza, delle parole non dette e dei gesti mai fatti.
Login to read
click here
Reading options

A A A A A
fullscreen
  Search Phrase  
Reviews
M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M M
Load more
Index
M M M M M M M M
uno
due
tre
quattro
cinque
THE END


Bookmark options

  Add bookmark at this word